Autogrill e schifezze

autogrillIl caffè dell’ Autogrill: che schifo!
Voglio scrivervi queste righe, per denunciare una situazione che da tempo si verifica su tutta la rete degli Autogrill italiani, quindi non solo in autostrada ma anche in tante strade statali e tangenziali. Lo schifo assoluto di caffè che servono all’ Autogrill ! Sono quasi 2 anni che non lo bevo più in queste strutture, altamente schifato dalla qualità infinitesimale di quel prodotto ; che dire poi del servizio. Tante volte caffè e cappuccini ti vengono serviti o su bicchieri di plastica o con cucchiai di plastica, pur costando sempre delle cifre esorbitanti, e tante volte da personale alquanto villano e scorbutico. Anche se posso capirli, assunti con contratti precari, a tempo indeterminato, sotto pagati, sia italiani che stranieri, l’educazione è sempre fondamentale. Non voglio volutamente soffermarmi sulla qualità dei cibi serviti a pranzo e a cena e sui panini : interamente composti da ingredienti congelati. Che dire poi dell’igiene di tazzine e cucchiaini quando hai la fortuna/sfortuna di capitare in una struttura che li utilizza. Se poi ti capita di andare in bagno, l’unico scopo per il quale concepisco attualmente la rete Autogrill, spesso e volentieri, trovi sempre il solito nord-africano pronto a tediarti per gli spiccioli di mancia. Ora mi domando, come fanno ad avere un caffè così schifoso?
E’ presto detto: tra tutti i fornitori, Autogrill è famosa per le gare al ribasso. Cioè dire, quel fornitore che riesce a fornire caffè al prezzo più basso, vince l’appalto. Ma vi rendete conto ? Un’azienda come Autogrill, con dei fatturati da capogiro, che volontariamente vende il prodotto con il prezzo più basso, e quindi con la qualità più bassa, ma con un prezzo alla tazzina superiore del 20 e anche 30 % rispetto la media nazionale. E sapete quanto caffè vende un Autogrill ? Non ci conviene ragionare in giorni, bensì in ore. Si, esatto ! Un Autogrill, mediamente, consuma circa 10 kg. di caffè all’ora ! Si, avete letto bene, 10 chili di caffè all’ora ! Quindi moltiplicate per il numero di Autogrill in Italia, e per le ore che ci sono in un giorno, e quindi scoprirete quante tonnellate di caffè vendono al giorno ! E hanno pure il coraggio di prendere quello di qualità inferiore, perchè costa meno, senza comunque ritoccare il prezzo della tazzina. E pensate che Autogrill, guidata dalla famiglia Benetton, già proprietari di Autostrade, ha iniziato un piano di internazionalizzazione firmando una partnership con il gruppo americano Starbucks. La notizia è dell’inizio dell’anno. Autogrill, controllata al 59,3 % dalla famiglia Benetton tramite la società Schematrentaquattro, in capo al 100 % a Edizione srl, regolarmente quotata in borsa italiana a Milano, è l’anima italiana della catena di caffè Starbucks fondata da Howard Schultz. Starbucks possiede 355 negozi in America sulle autostrade e negli aeroporti, dove ha l’esclusiva, che diventeranno progressivamente 480 nell’arco dei prossimi 10 anni, in virtù dell’accordo Ponzano– Seattle.
Tale operazione è stata resa possibile grazie ad HmsHost, l’ex divisione catering di Host Marriot Service, acquisita dai Benetton con un’ Opa nel 2010. “ Abbiamo acquistato Hms che fatturava 1,5 miliardi di dollari, ora è a 2,5 “, dice Gianmario Tondato, ad di Autogrill in una recente intervista. E continua : “ I punti vendita Starbucks, gestiti da Autogrill, hanno avuto un giro d’affari nel 2010 di oltre 450 milioni di dollari, circa 311 milioni di euro. “ La partnership con Starbucks è oltremodo interessante per Autogrill, non solo per i quasi 7000 negozi in nord-America, ma anche per quelli in Belgio, Olanda, Irlanda, Regno Unito e Danimarca A casa mia si dice che “ i soldi fanno soldi “, e mai in questo caso la frase cade a pennello. Comunque niente da ridire sulle operazioni finanziarie, a parte il fatto che il gruppo Benetton è una delle pochissime società italiane a più alta capitalizzazione, non tanto per il settore abbigliamento e moda, ma piuttosto per Autostrade per l’Italia; una vera miniera d’oro per il gruppo e che gli è stata praticamente regalata da Romano Prodi, ai tempi delle dismissioni dell’ IRI.
Quello che mi fa veramente schifo è che questa gente andrà in giro per il mondo, con l’ambizione di “esportare Made in Italy“. Aggiunge infatti Tondato: “ Ma il valore degli Starbucks a gestione italiana è nell’esposizione del marchio a milioni di passeggeri. In più, c’è la competenza da Made in Italy su caffetteria e ristorazione “ Avete capito ? La competenza da Made in Italy. Proprio loro che commercializzano il prodotto peggiore, al prezzo maggiore. Adesso capisco come si fa a fare i miliardi ! Certamente i Benetton saranno dei bravi sarti, o erano dei bravi sarti, ma come ristoratori mi risulta facciano proprio schifo ! Come il caffè che vendono ! E quel che è peggio, è che andranno in giro per il mondo con l’ambizione di vendere un ottimo prodotto italiano, rifilando invece solamente ciofeca e danneggiando noi, piccoli operatori, che ci sveniamo per dare sempre il prodotto migliore al prezzo più competitivo. Io, da circa 2 anni, ho iniziato la mia personale campagna di boicottaggio ad Autogrill. Non consumo più nulla, li uso esclusivamente per i servizi igienici, e dopo quello che ho letto ultimamente, sono ancora più convinto di portare avanti questa campagna.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...